Percorsi per l'autonomia

percorsi per l'autonomia

Analisi dell’équipe con psicologo: lettura della diagnosi, definizione dell’intervento, e riflessione multidisciplinare che poggia su due diverse prospettive di osservazione, quella psicologica da un lato e quella pedagogica dall’altro.

  • Colloquio con la famiglia per inquadrare le abitudini scolastiche ed extra-scolastiche del ragazzo, per comprendere il metodo che utilizza, il grado di autonomia e motivazione nello svolgimento delle attività scolastiche in ambito domestico e per capire le esigenze specifiche che lo hanno portato a rivolgersi al Centro F.A.R.E.
  • Prove d’ingresso per verificare, in maniera oggettiva e standardizzata, il livello di partenza del ragazzo, mettendo in evidenza, grazie all’osservazione diretta dell’educatore e al risultato delle prove, i punti di forza su cui lavorare.
  • Colloquio con il ragazzo (aspetto emotivo-relazionale) : permette l’apertura del ragazzo alla relazione con l’educatore e quindi lo mette nella condizione favorevole di poter esprimere i propri bisogni, le proprie emozioni e i vissuti, facendo passare un messaggio di complicità che ha come fine ultimo, prima ancora dell’acquisizione di un metodo di studio, lo sviluppo di un percorso di crescita soddisfacente che porti il ragazzo a gestirsi con autonomia ed efficacia
  • Progettazione di schede e percorsi mirati al potenziamento di determinati ambiti sia cognitivi, sia organizzativi che strumentali, attraverso l’elaborazione di materiale di lavoro personalizzato.
  • Intervento educativo caratterizzato da incontri individuali cadenzati a secondo delle esigenze del ragazzo.
  • Colloquio con la scuola, attraverso il quale l’educatore entra in contatto con le insegnanti per condividere il percorso che si sta realizzando farmaciaitaly.com insieme al ragazzo, per scambiarsi informazioni sui comportamenti manifestati nei vari contesti, rilevare particolari difficoltà, fornire un sostegno e una consulenza all’insegnante qualora sia necessario, ricevere dall’insegnante indicazioni su competenze specifiche da potenziare al fine di un buon rendimento scolastico.
  • Prova in uscita, somministrata al termine dell’intervento per verificare, dal paragone con la prova di entrata, gli oggettivi miglioramenti del ragazzo sull’area di competenza coinvolta nell’intervento.
  • Colloquio finale con la famiglia per esplicitare il lavoro svolto, i risultati raggiunti e le aree ancora da potenziare. Inoltre, è in questa occasione che l’educatore valuta, attraverso il racconto dei familiari, i miglioramenti che non sono valutabili attraverso prove standardizzate, come l’ autostima, l’autonomia e la motivazione.

Il metodo si è mostrato efficace anche con ragazzi che non hanno alcun disturbo, ma che necessitano di consolidare un proprio metodo di studio, studenti di ogni ordine e grado dalla primaria all’università.

Esame di terza media

Percorso di preparazione all’esame di stato di Terza media, per la preparazione delle prove INVALSI, prova di italiano e tesina d’esame.

Percorso di consolidamento

È rivolto a tutti i ragazzi che escono dall’intervento educativo individuale e necessitano di altro tempo per sviluppare un’autonomia, all’insegna del metodo appreso.

Percorsi per l'autonomia

L’acquisizione di un metodo di studio avviene attraverso l’attività di studio e lo svolgimento dei compiti scolastici.